QUELLO CHE MANGI INFLUENZA IL TUO STUDIO?

Quello che mangiamo ci può fare una grande differenza.

Torni a casa da scuola o da lavoro e pranzi con un bel piatto di pasta abbondante. Una volta finito di mangiare ti piazzi nella tua postazione pronto per iniziare a studiare, ma c’è un piccolo problema, è arrivato l’abbiocco. In questo caso ci sono due cose che puoi fare:

Andare a dormire.

Provare a combatterlo.

Sopravvivere all’abbiocco non è sempre facile ma si può. Muovere il corpo facendo una corsa o dei semplici saltelli sul posto può essere un ottimo modo, l’idea è quella di svolgere attività che non prevedano l’utilizzo del cervello ma solo del fisico.  Ma se volessimo prevenirlo? Perché ovviamente non posso smettere di pranzare ogni volta che devo studiare. Una soluzione c’è, perché quello che mangiamo ci può fare una grande differenza.

Come riportato in un articolo della rivista Mind, un’indagine della Ohio State University suggerisce che è sufficiente anche un solo pasto ricco di grassi saturi per interferire sulle capacità di concentrarsi. Per la prima volta si è osservata una correlazione immediata tra pasto e concentrazione. Il team ha valutato il modo in cui 51 donne eseguivano un test d’attenzione dopo aver mangiato un pranzo ricco di grassi saturi o uno con grassi insaturi. Nel primo caso tutte le performance sono risultate peggiori.

Un atleta prima di una performance sportiva si mangia un panino con la porchetta? Se ci tiene a vincere: no. Sta molto attento a quello che mangia. Nello stesso modo se vuoi rendere bene nella tua perfomance di studio, la preparazione diventa una parte importantissima.

La domanda che ti devi porre è: vuoi avere una performance peggiore di quella che potresti dare?

Vuoi avere una performance peggiore di quella che potresti dare?

Questo articolo non vuole essere un modo per dirti di magiare insalata ogni giorno, anche perché soprattutto i più giovani non possono sempre scegliere cosa mangiare in quanto sono i genitori a cucinare. Questo articolo vuole essere un modo per essere consapevole di quello che mangi. Se questo pomeriggio mi sono prefissato di studiare poco e scelgo che mi va bene avere un po’ di abbiocco, va bene. Il punto è che se domani ho un’importante esame, verifica o prova, e ho bisogno di sfruttare al meglio ogni minuto della mia giornata, essere carico, ed ottenere il migliore dei risultai, forse, scegliere di magiare un pranzo ricco di grassi insaturi o un’insalatina, può valere la pena.

Sonny Zanon

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *