CHE COSA SIGNIFICA QUEL GESTO?

Che cosa significa questo gesto?

Quando parliamo muoviamo le mani giusto? Ma non tutti i movimenti che facciamo sono uguali. Nel Linguaggio del Corpo esistono delle categorie e vengono elencati tre tipi di gestualità:

  • Gesti Illustratori
  • Gesti Manipolatori
  • Gesti Emblematici

Quali sono le differenze? Lo andiamo a vedere in questo articolo.

I gesti ILLUSTRATORI sono quelli che accompagnano il linguaggio, descrivono un oggetto, un luogo o un paesaggio. Si usano ad esempio per dare delle indicazioni: vai di là, prendi la seconda a sinistra… Ma anche quando voglio mostrare quanto più alta o bassa di me era quella cosa, o descrivere una forma.

Accompagnano il linguaggio

I gesti MANIPOLATORI invece non sono collegati al linguaggio. Lasciando perdere il nome, che gli fa sembrare qualcosa di malvagio, stiamo parlando del classico mangiarsi le unghie, grattarsi la testa, incrociare le braccia. Sono azioni che compiamo senza rendercene conto, e per questo più inconsce e utili da osservare nel Linguaggio del Corpo. Un grattarsi la testa potrebbe essere un segnale di stress, ma non sempre. La cosa più importante da notare sono le differenze, come approfondiamo nell’articolo sul Linguaggio del Corpo.

I gesti EMBLEMATICI invece sono quelli per cui siamo famosi noi Italiani. Sono gesti legati al linguaggio ma culturali.  Il classico gesto del: “ma che ca**o” che molti stranierei scambiano per un qualcosa legato al cibo o l’aver fame. Sono quindi gesti che hanno un significato se vivi all’interno di una determinata cultura. Lo sapevi ad esempio che gli indiani per fare sì non muovono la testa su e giù ma la ondeggiano a destra e sinistra?  

Culturali

Hai più chiaro adesso quali sono i tipi di gesti? Alcuni possono avere un significato, altri no.

Sonny Zanon

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.