I VANTAGGI DI UNA MAPPA MENTALE

Che cos’è una Mappa Mentale? Si tratta di uno strumento di organizzazione creato dal cognitivista inglese Tony Buzan, a partire da alcune riflessioni sulle tecniche per prendere appunti. Il fine consiste nell’implementare la memoria visiva e quindi la memorizzazione di concetti e informazioni in sede di richiamo.

Tony Buzan infatti, negli anni 70, si è accorto che molti geni del passato tra cui Leonardo Da Vinci, Nicola Tesla, e il filosofo Giordano Bruno, avevano un modo particolare di organizzare le loro informazioni. Partivano da un’immagine centrale, e poi andavano con una struttura a ruote e rami dall’informazione più importante al dettaglio, andando dal più grande al più piccolo. Tony Buzan ha riadattato questo metodo inventando le Mappe Mentali, che ha portato da prima in azienda e poi le ha rese disponibili per tutti. Pensa che alla Boeing (costruttrice statunitense di areomobili e la più grande azienda nel settore aerospaziale), dopo l’assunzione di un nuovo dipendente, già laureato in Ingegneria, era necessario un corso di formazione di due anni per insegnare a progettare gli aerei. Dopo l’introduzione delle Mappe Mentali di Tony Buzan, il corso è stato ridotto a sei mesi!

Quali sono gli effettivi vantaggi di una Mappa Mentale?

  • Il nucleo principale è presentato in maniera immediata ed evidente;
  • Forniscono una visione globale dell’argomento con tutte le informazioni in un unico colpo d’occhio;
  • L’organizzazione gerarchica ad anelli concentrici permette di individuare immediatamente il generale dal particolare;
  • La sua natura associativa permette di individuare velocemente la connessione esistente tra un’informazione ed un’altra, favorendo la comprensione dei concetti e riducendo al minimo il rischio di confondere due informazioni distinte;
  • Molto semplice e veloce da consultare o ripassare, le informazioni sono poche e tutte visibili, per cui si trovano facilmente;
  • La sola stesura di una Mappa Mentale richiede una rielaborazione delle informazioni che consente già di memorizzare gran parte del contenuto… la successiva memorizzazione richiederà pochissimo tempo!
  • La presenza di concetti chiave e non di frasi intere allena la capacità espositiva, che diventa una propria elaborazione degli argomenti e non una tediosa e poco produttiva recitazione parola per parola del testo.

Sonny Zanon

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.